Insegnanti:
Carmen Derungs

Yoga Nidra il sonno dei Dei

tratto da http://www.shiatsu-meditation.com/

Lo Yoga Nidra ci porta in uno stato di totale rilassamento del corpo e della mente, mentre questa ultima rimane perfettamente sveglia e presente. Le due parti del cervello, quella emozionale e quella cognitiva, lavorano in armonia, producendo uno stato di gran calma e benessere, di naturale concentrazione.

Nel sonno normale siamo incoscienti, l’organismo cerca di sistemare i problemi e le preoccupazioni della vita quotidiana, cosa che spesso ci fa dormire agitati, con sogni disturbati e tensioni nel corpo. Ci svegliamo senza sentirci veramente riposati.
Lo yoga Nidra, con le sue varie fasi, ci offre un metodo di sistematico rilassamento, durante il quale le tensioni possono affiorare alla consapevolezza, integrarsi e sciogliersi. Il risultato è un riposo spesso più ristoratore di varie ore di sonno normale.
Si dice che il Mahatma Gandhi trascorresse di frequente 4 ore in Yoga Nidra in sostituzione di un’intera notte di sonno.

Allenamento della Mente

La nostra mente si comporta secondo degli schemi che ha sviluppato nel corso della vita e che continuiamo a ripetere, un po’ per abitudine e un po’ perché non sappiamo fare diversamente. Si tratta di un fenomeno paragonabile a quello che può verificarsi rispetto all’utilizzo dell’apparato muscolare del nostro corpo, il quale si sviluppa maggiormente in certe sue parti rispetto ad altre proprio in funzione dell’utilizzo, delle abitudini motorie e delle attitudini posturali di ciascuno, lasciando poco utilizzate se non addirittura del tutto inattive altre parti. Non sempre queste abitudini sono le più adatte, a volte addirittura ci possono incastrare e limitare nel corso dell’esistenza. La nostra mente è molto più potente di quanto noi crediamo ed ha un’infinità di modalità di organizzarsi.
Durante lo Yoga Nidra scopriamo e alleniamo connessioni mentali differenti da quelle che ci sono familiari e consuete, un po’ come fare esercizio con dei” muscoli” della mente che di solito non utilizziamo o che ancora non conosciamo. Con il tempo, grazie alla pratica di allenamento e alla consapevolezza , questi nuovi modi diventano le nostre nuove abitudini, che hanno un effetto benefico anche al di fuori della meditazione.