Restorative Yoga è una pratica per imparare a risvegliare le innate capacità di autoguarigione del corpo. Il Restorative Yoga è un tipo di yoga noto per il suo effetto rilassante, calmante e curativo, Ha le sue radici nello yoga di B.K.S. Iyengar, che ha sviluppato uno yoga che consente agli studenti di praticare senza sforzo o dolore con l’uso dei supporti, che nella didattica della scuola Iyengar permettono l’esecuzione delle posizioni anche alle persone con limitazioni fisiche.

Il Restorative Yoga divenne popolare negli Stati Uniti negli anni ’70, principalmente grazie a un insegnante di yoga, Judith Lasater, studentessa di Iyengar, che nel 1993 ne ha formulato un intero stile di yoga una pratica radicale di recupero che favorisce la guarigione di molte patologie (come la colite, il mal di testa, l’infertilità, i dolori cronici, i disturbi emotivi) che possono essere legate allo stress cronico e alla fatica.

Oltre a quelle a terra, prevede posizioni sedute e in piedi, ma sempre agevolate da supporti: cuscini cilindrici e rettangolari, coperte, sacchettini contenenti sabbia, sedie di metallo, coperte pesanti, cinghie. Nella sua pratica non si cerca lo stretching, ma una dolce apertura dei distretti corporei.

Per lo yoga restorative, l’intenzione è quella di rilassarsi il più possibile nelle posture, facendo il minimo sforzo fisico possibile. La mente si concentra sul respiro per coltivare la consapevolezza e liberare la tensione dal corpo. A differenza dello yoga dinamico è una pratica meditativa che permette di calmare la mente, equilibrare il sistema nervoso e rilassare il corpo.

L’utilizzo di supporti come coperte, cuscini, mattoni, cinture, cuscinetti per occhi portano il corpo e la mente in uno stato di profondo rilassamento, tolgono le tensioni corporee e donano una sensazione di naturale presenza del proprio essere. Con posizioni tenute a lungo si lasciano andare le tensioni muscolari profondamente radicate e lo stress.

Le lezioni di yoga restorative tendono ad essere rilassanti e a ritmo lento, con un’intera sequenza che utilizza fino a cinque o sei posture che si svolgono per lunghi periodi di tempo. I supporti vengono anche usati spesso per consentire al corpo di trovarsi nella posizione più comoda e supportata possibile. La pratica può essere combinata con la meditazione guidata.

Lo yoga restorative stimola il sistema nervoso parasimpatico, che rallenta la frequenza cardiaca, regola la pressione sanguigna e rilassa il corpo. Come tale, lo yoga restorative è considerato particolarmente utile per coloro che soffrono di ansia, insonnia o mal di testa, così come altre condizioni legate allo stress, si ritiene che lo yoga restorative rinforzi il sistema immunitario e acceleri il naturale processo di guarigione del corpo.

https://www.restorativeyogateachers.com/#home/teacher-details/5d458414d2a2242d4e78eb45/