Ha le sue origini nei monasteri Buddisti Tibetani, dove la pratica dello yoga faceva parte della disciplina di tutti i giorni, per mantenere il corpo e la mente in equilibrio e armonia.

L’allievo è aiutato a raggiungere una maggiore apertura ed elasticità nelle posizioni di yoga in cui ha più difficoltà, utilizzando il proprio corpo come strumento di sostegno e leva.
Il famoso maestro di yoga B .K.S. Iyengar, introduce nello yoga l’utilizzo di oggetti come sedie, mattoni di legno e corde per semplificare le posizioni ai principianti, col fine di ottenere beneficio e rilassamento in ogni posizione fin dall’inizio della pratica.
La maestra Kusun Modak, discepola per diversi anni di Iyengar, inizia a trasformare questo “yoga passivo” in una tecnica di riabilitazione, abbinando il tradizionale massaggio ayurvedico a esercizi di yoga, conosciuta anche in India come massaggio ortopedico.
A sua volta, la terapeuta Prem Shakti (Concepción Martinez) insieme alla sua insegnante Modak Kusun perfeziona la tecnica, aggiungendo spiegazioni anatomiche a ognuno dei movimenti e applicazioni della tecnica nel corpo. Dà il primo nome alla tecnica insieme alla sua insegnante di Massaggio Ayurvedico-Yoga.
Shakti ha portato e sviluppato la tecnica in Occidente con l’autorizzazione e la supervisione della sua maestra, rendendola un fantastico strumento per la riabilitazione e la rieducazione del corpo e fondando la Scuola di Massaggio Ayurvedico Yoga

testo tratto da http://www.ayurvedico-yoga.com/

Tecnica

Il massaggio ayurvedico-yoga è una tecnica di riabilitazione originaria ell’India, basata sul tradizionale massaggio ayurvedico e sullo yoga. La parola AYURVEDA significa in sanscrito “conoscenza della vita” mentre YOGA significa “unione”.