Adesso mi sento pronta a condividere le mie emozioni e la mia visione dell’ esperienza di volontariato in carcere. Da circa un anno ho portato in una sezione della casa circondariale  femminile di Rebibbia  lo Shiatsu, la Riflesso terapia al piede e la ginnastica del viso come strumento di sostegno delle energie delle detenute.

Ho scritto un piccolo diario raccogliendo le emozioni ed il percorso vissuto fino ad oggi.